Venerdì 16 ottobre 2015, ore 17
Biblioteca dell’Hospice Fiore di Primavera, Piazza del Collegio 10, Prato

Proseguono le iniziative culturali all’interno dell’Hospice “Fiore di Primavera” di Prato, un modo originale per sensibilizzare le persone sull’importanza delle cure palliative e sull’esistenza degli hospice, necessari per accogliere le persone malate gravi che non hanno la possibilità di essere assistite a casa.

Il prossimo appuntamento in programma è la presentazione del libro “Angiolino. Si doveva chiamare Benedetti”, romanzo d’esordio di Mauro Fondi, pratese, che ripercorre la storia della sua famiglia partendo proprio dalle radici: il nonno Angiolino, un orfanello che solo dopo 35 anni scopre di non essere solo al mondo.
L’incontro, alla presenza dell’autore, sarà introdotto dal professor Francesco Venuti, studioso di storia locale, con lettura di estratti del libro a cura di Gianna Capecchi.

I partecipanti saranno accolti da un buffet di dolcezze: tè e pasticcini offerti delle volontarie di FILE.

 

Per informazioni (ingresso libero): 338.7684141 – elenagiusti1955@libero.it