Nella nostra cultura prevale un rifiuto delle idee di malattia, di morte e di lutto e si cerca di esorcizzarle non parlandone. Succede così che, quando si perde una persona cara, non si è preparati ad affrontare questo evento. Molto spesso la realtà sociale che ci circonda non ha la capacità di aspettare e rispettare i tempi per l’elaborazione del lutto, provocando in chi resta – dopo lo smarrimento per ciò che è successo – un senso di solitudine.
In questi momenti è importante avere un sostegno e un aiuto.
FILE, Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus, offre vari servizi gratuiti di supporto alla famiglia: gli sportelli di ascolto psicologico, i gruppi di auto mutuo aiuto e un portale web rivolto principalmente ai giovani che hanno vissuto l’esperienza della perdita.

SPORTELLI GRATUITI DI ASCOLTO PSICOLOGICO

Supporto al luttoServizio di supporto psicologico alla persona malata e alla sua famiglia: consente al paziente e alla sua famiglia – i quali spesso non sanno come affrontare la difficile situazione in cui si trovano – di entrare precocemente in contatto con la realtà delle cure palliative, fornendo ascolto attivo, aiuto psicologico, risposte circa lo stato attuale della malattia e informazioni sui servizi di assistenza disponibili.

Servizio di supporto psicologico per affrontare l’esperienza del lutto: offre la possibilità di accedere ad uno spazio protetto per elaborare la dolorosa esperienza della perdita, all’interno del quale vengono forniti ascolto attivo e aiuto psicologico qualificato. Si rivolge a coloro che hanno perso un loro caro per malattia cronica ma anche a famiglie di pazienti seguiti dalle équipe di FILE che sentono l’esigenza di prepararsi ad affrontare il momento del distacco. L’attivazione del servizio può essere richiesta da chiunque ne senta la necessità, in qualsiasi momento, anche a distanza di molti mesi dalla perdita. Lo sportello è attivo anche per bambini e ragazzi.

Per informazioni: 055.2001212 – file@leniterapia.it

GRUPPI DI AUTO MUTUO AIUTO PER L’ELABORAZIONE DEL LUTTO

Supporto alla famigliaPerdere una persona amata è doloroso e spesso l’istinto spinge a rifugiarsi nella solitudine della propria sofferenza; altre volte, invece, viene sentita l’esigenza di condividere i propri sentimenti e difficoltà con qualcuno che ha vissuto un’esperienza simile, senza però sapere a chi rivolgersi.
I nostri gruppi di auto mutuo aiuto (G.A.M.A.) sono aperti a tutti coloro che vivono la difficile fase della perdita e nascono per offrire uno spazio protetto in cui condividere emozioni, difficoltà e considerazioni, in un clima disteso e amichevole.

Imparare a lasciar andare coloro che amiamo e a perdonarsi sono passi fondamentali per poter elaborare il dolore.
Le reazioni di “adattamento” alla scomparsa di una persona cara possono essere molte così come le emozioni. È importante trovare dei modi per tenerla viva dentro di noi, indirizzando la memoria sui ricordi “buoni”. Prima di compiere questo passo però è necessario saper perdonare le mancanze fatte e ricevute ed essere indulgenti, anche con se stessi. Ciò non vuol dire dimenticare il passato ma il perdono è fondamentale per poter lasciare andare chi amiamo.

I G.A.M.A. in questo possono essere un valido aiuto: due facilitatori formati alla comunicazione e all’ascolto indirizzano verso un percorso di elaborazione del lutto.
I gruppi sono composti da un numero massimo di dieci persone che hanno vissuto (inclusi i facilitatori) la dolorosa esperienza della perdita; sono a partecipazione gratuita e si riuniscono con cadenza settimanale nella nostra sede a Firenze per un incontro della durata di un’ora e mezza.
È previsto anche un gruppo esclusivamente rivolto ai genitori che hanno perso un figlio.

Nell’ambito dell’assistenza alle famiglie in lutto, la nostra fondazione ha anche contribuito, assieme ad altre associazioni fiorentine e toscane, a creare una rete di gruppi di auto mutuo aiuto sul territorio che dà alle persone la possibilità di partecipare agli incontri gestiti da una delle organizzazioni, a seconda del luogo e del giorno della settimana più adatto alle loro esigenze. Scarica la brochure informativa per saperne di più.

Come partecipare ai G.A.M.A.? Per informazioni: 055.2001212 – file@leniterapia.it.
L’inserimento di un nuovo partecipante avviene dopo un colloquio con i facilitatori.

SITO WEB SOLIMAINSIEME.IT: UN AIUTO PER I PIÙ PICCOLI

Sempre più frequentemente è il web il primo spazio nel quale bambini, ragazzi e adulti cercano informazioni, relazioni e sostegno, anche a seguito di una perdita importante.
www.solimainsieme.it è uno strumento interattivo di supporto e accoglienza che si rivolge a quattro diversi destinatari, ad ognuno dei quali è dedicata un’area specifica: bambini (6 -12 anni), ragazzi (13 -16 anni), adulti (familiari e persone amiche) e insegnanti, con contenuti, linguaggi e proposte di attività diversificate a seconda delle varie esigenze.

www.solimainsieme.it è uno strumento di sostegno per coloro che hanno vissuto l’esperienza del lutto, ma anche di sensibilizzazione culturale, per una nuova modalità di condivisione con i più giovani del dolore per la morte e l’assenza di una persona cara.

Il sito è stato creato da FILE in collaborazione con un’altra associazione, Gruppo Eventi – Sostegno e Formazione di Roma, impegnata in attività di supporto alle famiglie nell’elaborazione delle perdite. Il lavoro di progettazione e realizzazione è stato affiancato e sostenuto da un comitato scientifico formato da insegnanti, pedagogisti, psicologi e psicoterapeuti.
Guarda il video di presentazione del sito.

Soli ma InsiemeI giovani, nel confrontarsi con il dolore proprio e quello dei familiari e nell’affrontare il vuoto dopo la perdita, devono essere accompagnati e sostenuti, aiutati a esprimere emozioni e difficoltà, così da poter riprendere con fiducia e speranza il loro cammino di crescita.
Ed è proprio questo lo scopo di www.solimainsieme.it: attraverso questo spazio protetto, moderato da una pedagogista e da una psicologa, i ragazzi possono esprimere pensieri, emozioni, dubbi ed, eventualmente, condividere la loro esperienza di perdita con coetanei.

L’altro obiettivo del sito è sostenere gli adulti (familiari, amici, insegnanti) nel loro compito educativo per aiutarli a comprendere le reazioni dei più giovani di fronte a queste situazioni difficili.
Generalmente nel contesto culturale italiano, sia in famiglia che a scuola, gli adulti si sentono a disagio ad affrontare con i bambini e i ragazzi temi dolorosi quali la morte e  il lutto. Hanno paura di spaventarli oppure temono di sbagliare, di farli soffrire ancora di più, di non saper dare risposta alle loro domande o di non  saper gestire le loro reazioni. Ma il silenzio non protegge dalla sofferenza, non preserva dallo smarrimento e dalla paura, né aiuta il loro percorso di crescita.

Per informazioni: 055.2001212 – info@solimainsieme.it (Flavia Buzzonetti, referente del progetto)