Newsletter

 

Vuoi essere aggiornato su cosa facciamo?
Iscriviti al nostro servizio di newsletter!
Inserisci il tuo indirizzo email:

L’evoluzione demografica e le condizioni di vita che attualmente caratterizzano il nostro contesto sociale fanno sì che sempre più spesso i professionisti del settore sanitario si debbano approcciare a malattie croniche evolutive inguaribili.
Di fondamentale importanza diventa saper affrontare queste situazioni muniti di un bagaglio di conoscenze e competenze che solo una solida formazione può consentire.

Nel nostro settore, quello del fine vita, in particolare è prioritario identificare i bisogni soprattutto nelle fasi finali del percorso di malattia della persona assistita e del suo nucleo familiare.
Perché guarire non sempre è possibile ma lo è accompagnare chi si trova nella fase ultima, dando dignità e sollievo.
E solo una “buona formazione” del personale che si trova ad interagire nel percorso di cura può rendere possibile un’adeguata presa in carico del paziente e della sua famiglia.
Una “buona formazione” che consenta alle diverse categorie professionali di approfondire le specifiche competenze assistenziali delle cure di fine vita e di ampliare le capacità di pianificazione e gestione dei percorsi diagnostico-terapeutici integrati.

Attraverso il progetto “FILE Formazione“, facciamo tutto questo.
Promuoviamo corsi di formazione per molteplici figure sanitarie attive nelle strutture lungo-degenziali del territorio, con l’obiettivo ultimo di migliorare l’assistenza alle persone anziane affette da malattie cronico-degenerative in stadio avanzato e terminale.

Il nostro prossimo corso in programma si rivolge a medici e infermieri: “Assistenza e cure di fine vita in R.S.A. di fronte alla sfida dei cambiamenti epidemiologici”, organizzato a Monteroni d’Arbia (Siena) presso la sede della Residenza sanitaria assistita Nilde Iotti il 7 e il 14 aprile, in collaborazione con ARS Toscana, Regione Toscana, Consorzio Zenit, Cooperativa Sociale di Vittorio Onlus, Centro Virginia Borgheri.
Il corso propone una formazione sulle cure di fine vita, le loro prassi, gli strumenti terapeutici che le caratterizzano, con l’obiettivo di adeguare l’assistenza offerta dal personale che opera in queste strutture residenziali, per un’integrazione precoce e simultanea delle cure palliative nei percorsi di cura. Inoltre, in concomitanza con l’entrata in vigore della nuova legge sul biotestamento, verranno affrontate anche le novità introdotte dalla normativa, come la pianificazione condivisa delle scelte di cura, le disposizioni anticipate di trattamento (D.A.T.), la sedazione palliativa profonda, il consenso informato, la biocard.