CONVEGNO SULLE CURE PALLIATIVE

L’accesso ai servizi di cure palliative per i malati terminali è regolamentato dalla legge n.38/2010 (“Disposizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore”) e dalla più recente n.219/2017 sul testamento biologico (“Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”).

Queste due normative si occupano di dare un quadro preciso al fine vita, alle cure palliative e al loro accesso, considerandolo come un diritto delle persone che vivono la fase avanzata delle malattie croniche, oncologiche e non.

Purtroppo, nonostante esista un inquadramento legislativo, vi è ancora un forte divario tra le necessità evidenziate dai pazienti, dai loro familiari, dagli operatori sanitari che li assistono e le risorse disponibili nell’area territoriale metropolitana di Firenze.

Un’efficace programmazione e un’adeguata organizzazione dei servizi sono le basi da cui partire per rendere uniforme l’accesso alle cure palliative; altrettanto importante è investire sulla formazione degli operatori sanitari ma, soprattutto, sensibilizzare sulla possibilità reale per il malato grave di lenire il dolore legato alla malattia.

Per questo motivo è stato organizzato il convegno “Cure Palliative, tra Diritti e Criticità” (4 Maggio 2019, Auditorium della Fondazione CR Firenze): per fare il punto della situazione e proporre miglioramenti nell’integrazione con i servizi socio-sanitari pubblici.

Il convegno è stato introdotto dalla presidente di FILE Donatella Carmi e moderato dalla coordinatrice del Comitato Scientifico di FILE Mariella Orsi, con interventi di: Luciano Orsi, vicepresidente della SICP – Società Italiana di Cure Palliative; Sandro Spinsanti, direttore dell’Istituto Giano per le Medical Humanities e membro del Comitato Scientifico di FILE; Francesca Collini dell’Osservatorio per la Qualità ed Equità dell’Agenzia regionale di sanità della Toscana. Nel corso della mattinata anche una tavola rotonda su “Il rapporto di FILE con le strutture e i servizi sanitari”. A conclusione dei lavori, un contributo a cura dell’attrice Daniela Morozzi.

Newsletter

 

Vuoi essere aggiornato su cosa facciamo?
Iscriviti al nostro servizio di newsletter!
Inserisci il tuo indirizzo email:

Sharing: