#

I Colori della Vita: il progetto del Mantello

Il progetto “I Colori della Vita” nasce per raccontare alla Città di Prato la storia di FILE nonché per sensibilizzare sull’importante lavoro di assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie che, ogni giorno da dieci anni, grazie ai nostri operatori sanitari e volontari, portiamo avanti a Prato sia a domicilio che nell’Hospice “Fiore di Primavera”, in collaborazione e a sostegno della USL Toscana Centro.

 

Il Progetto “I Colori della Vita”

Di cosa si tratta? Di realizzare un enorme e colorato Mantello! Da aprile 2020 ad oggi, sono oltre 100 le persone che hanno preso in mano i ferri e l’uncinetto e si sono unite al lavoro a maglia dei nostri volontari pratesi dell’Hospice Fiore di Primavera: grazie ad un forte spirito di squadra e alla condivisione dei valori del progetto, insieme sono riusciti a creare migliaia di quadrati di lana colorati che, uniti, si sono trasformati nel Mantello di File, il Mantello delle Cure Palliative.

 

Dove e Quando?

In questi mesi il nostro Mantello è diventato grande, davvero grande… e colorato! Ma – a causa delle misure di contenimento della pandemia – per poterlo vedere dovrai aspettare la primavera 2021, quando sarà esposto in Piazza delle Carceri a Prato, davanti al Castello dell’Imperatore.

 

Perché proprio un mantello?

Il Mantello è simbolo del prendersi cura, dell’accogliere e del proteggere… Così come le Cure Palliative si prendono cura delle persone nella malattia grave. Che poi, è ciò che fa FILE: si prende cura ogni giorno del malato grave e della sua famiglia, a casa, in hospice, negli ospedali.

Un errore comune è associare il termine “palliativo” al concetto di “inutile”. È l’etimologia stessa del termine, però, a smascherare lo sbaglio: la parola deriva dal latino pallium, mantello, ed evoca l’idea di protezione. Un modo di agire che affonda le sue radici nel culto di San Martino e in un episodio particolare della sua vita: Martino, ancora soldato dell’Impero Romano, durante una ronda notturna divise il suo “pallio” con un mendicante sofferente per il freddo.

Più di 1600 anni dopo, vogliamo idealmente riprodurre questo gesto di protezione realizzando un enorme mantello cucito unendo tasselli diversi, realizzati da tutti coloro che hanno scelto di sposare questa iniziativa di solidarietà e testimoniare il sostegno alla nostra causa.

 

Guarda i video!

 

FILE ringrazia di cuore coloro che hanno reso possibile tutto questo:
▶️ i nostri volontari: Stefania, Elena, Manuela, Meri, Monica, Francesco, Antonio, Fabiana, Cristina, Fulvia, Poppy, Francesco T.
▶️ le persone, le associazioni, le aziende tessili che, a vario titolo, hanno contribuito – e stanno ancora contribuendo – a realizzare il Mantello: Nicla, Anna, Franca, Mirna, Marta, Gianna, Carla, Magda, Anna, Fabrizia, Maria Luisa, Liliana, Loretta, Silvana, Rita, Assunta, Mery, Milena, Martina, Paola, Simonetta, Anna F., Edy, Lucia, Elena, Erminia, Fiorella, Fiorenza, Daniela, Elena S., Elisabetta, Lucia B., Maria Grazia, Mauretta, Rossella, Sonia, Franca, Paola, Renza, Rosa, Simona, Valentina, Carla, Lucia M., Angela, famiglia Milanesi, Paola M., Antonella, Guia, Francesca, Susanna, Maria, Cecilia, Claudia, Cicci e i piccoli Anita, Samuel, Diego. Inoltre, Sportello Donna CGIL Prato, Biblioknitcaffè, Knit caffè paperino, Riciclidea Prato, Filati BE.MI.VA. Campi Bisenzio, Eurofilati srl Carmignano, Maglificio Denny, Fibretex Industria Maglierie, Storai Filati Montemurlo, Ecafil Best Filati Calenzano, Mondo Filato Prato, Ditta Nardi Paolo Prato, Prato Social Club.
▶️ i nonni speciali della RSA Villa Amelia di Prato, in particolare la Signora Rosa.

Scarica la Rassegna Stampa dell’iniziativa.

Newsletter

 

Vuoi essere aggiornato su cosa facciamo?
Iscriviti al nostro servizio di newsletter!
Inserisci il tuo indirizzo email:

Sharing: