#

I Colori della Vita: progetto di solidarietà

«Ogni punto a maglia, cucito o ricamato, si intreccia all’altro, così come ogni vita si intreccia all’altra. Con questo principio ispiratore abbiamo deciso di realizzare un grande e colorato mantello, cucito a mano, che dovrà essere pronto per novembre, in occasione della festa di San Martino, patrono delle Cure Palliative, con l’intenzione di esporlo in una delle piazze del centro storico di Prato».

Con queste parole, i nostri volontari pratesi raccontano il progetto di cucito e solidarietà “I Colori della Vita”, nato per sensibilizzare sull’importante lavoro di assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie che FILE, attraverso operatori sanitari e volontari, porta avanti a Prato ogni giorno da dieci anni, sia a domicilio che nell’Hospice “Fiore di Primavera”, in Piazza del Collegio, in collaborazione e a sostegno della USL Toscana Centro.

In questa lunga primavera trascorsa a casa, i nostri volontari hanno ricevuto tantissime richieste di partecipazione al progetto: sono molte le persone che hanno deciso di prendere in mano i ferri e l’uncinetto per creare dei quadrati di lana colorati, di misura 40×40 cm, che poi verranno uniti ad altri, realizzati dal lavoro di tante altre mani, per arrivare a formare il mantello. La maggioranza ha utilizzato degli avanzi di lana trovati a casa, ma possiamo fornire, a chi non li ha, i gomitoli di lana e i ferretti.

 

Perché proprio un mantello?

Un errore comune è associare il termine “palliativo” al concetto di “inutile”. È l’etimologia stessa del termine, però, a smascherare lo sbaglio: la parola deriva dal latino pallium, mantello, ed evoca l’idea di protezione. Un modo di agire che affonda le sue radici nel culto di San Martino e in un episodio particolare della sua vita: Martino, ancora soldato dell’Impero Romano, durante una ronda notturna divise il suo “pallio” con un mendicante sofferente per il freddo.
Ecco perché il mantello di San Martino è diventato il simbolo del prendersi cura, dell’accogliere e del proteggere, così come le Cure Palliative si prendono cura delle persone nella malattia.

Più di 1600 anni dopo, i nostri volontari pratesi vogliono idealmente riprodurre questo gesto di protezione realizzando un enorme mantello cucito unendo tasselli diversi, realizzati da tutti coloro che sceglieranno di sposare questa iniziativa di solidarietà e testimoniare il sostegno alla causa di FILE.

 

Come puoi partecipare?

Vuoi contribuire a realizzare il mantello? Contatta Stefania: 335.6030676 oppure Meri: 339.7350279.
Se ti piace il progetto, puoi anche aiutarci donando la lana necessaria a realizzare i quadrati colorati.

Scarica la Rassegna Stampa dell’iniziativa.

 

“Nonna, cosa si fa se si è disperati?”
“Si cuce bambina mia. A mano, lentamente. Gustandosi ogni onda creata con le proprie dita.”
“Cucire fa allontanare la disperazione?”
“No. Cucendo tu la decori. La guardi in faccia. L’affronti. Le dai forma. L’attraversi. E vai oltre.” (cit.)

 

Guarda il video!

Newsletter

 

Vuoi essere aggiornato su cosa facciamo?
Iscriviti al nostro servizio di newsletter!
Inserisci il tuo indirizzo email:

Sharing: