#

Open Day sul Biotestamento

  • Inizia: 24/09/2021 09:30
  • Finisce: 24/09/2021 17:30

Come fare a depositare il testamento biologico? Quali cure future scegliere in caso di malattia? Venerdì 24 Settembre, FILE organizza un nuovo Open Day gratuito aperto a individui o famiglie che hanno necessità di un confronto sulle scelte che riguardano le Disposizioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.).

 

Vista la grande affluenza del primo appuntamento, venerdì 24 Settembre, presso la nostra sede a Firenze in Via San Niccolò 1, avrà luogo il secondo Open Day sul Testamento Biologico, dove i cittadini potranno rivolgersi per avere informazioni ed orientamento sul percorso D.A.T., per esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari.

Ad accoglierli, un team multidisciplinare che fornirà un servizio di consulenza gratuito, composto da una sociologa esperta in bioetica, la dott.ssa Mariella Orsi, e dal medico palliativista nonché direttore sanitario di FILE, il dr. Massimo Piazza.

Redigere un testamento biologico, infatti, può risultare difficile: è molto importante essere in possesso di informazioni mediche, legali ed etiche chiare e complete. Solo così è possibile sottoscrivere delle disposizioni che rispondano correttamente alle proprie volontà.

 

Un po’ di chiarezza sulle D.A.T.

Le D.A.T. sono le disposizioni previste dalla legge n. 219/2017“Norme in materia di consenso informato e di Disposizioni Anticipate di Trattamento”, in base alle quali ogni persona maggiorenne e capace di intendere e volere può scegliere di esprimere il proprio consenso informato alle cure e sottoscrivere le proprie D.A.T.
Si tratta di anticipare indicazioni preziose in merito ai trattamenti e alle terapie che si desidera ricevere in futuro, qualora non ci si trovi nelle condizioni di poterlo comunicare verbalmente, sollevando la propria famiglia da importanti responsabilità.

Inoltre, queste disposizioni forniscono importanti informazioni ai medici che in futuro dovessero prendere in cura ed assistere la persona che ha disposto le D.A.T., qualora questa dovesse trovarsi in una condizione di incapacità: esse servono, cioè, a rendere possibile quel “dialogo” tra medico e paziente (volto a una condivisione delle scelte di trattamento) che costituisce l’essenza della relazione di cura, anche quando il paziente non è più in grado di esprimere personalmente il proprio consenso o dissenso informato.

Le D.A.T. non hanno scadenza. Possono essere rinnovate, modificate o revocate in qualsiasi momento, con le stesse forme con le quali possono essere redatte. In ogni caso non sostituiscono mai la volontà attuale della persona finché questa è capace di autodeterminarsi.

Il documento contenete le Disposizioni Anticipate di Trattamento (D.A.T.) può essere redatto con atto pubblico o con scrittura privata autenticata, recandosi da un notaio, oppure con scrittura privata semplice, consegnata personalmente presso l’Ufficio dello Stato Civile del Comune di residenza o presso gli sportelli dedicati della propria Azienda sanitaria di competenza. Qualunque sia il mezzo utilizzato per redigerli, i testamenti biologici, conservati presso notai, comuni, strutture sanitarie competenti e consolati italiani all’estero, vengono poi trasmessi e inseriti nella Banca Dati Nazionale delle D.A.T., attivata il 1° febbraio 2020. Il disponente, il fiduciario eventualmente da lui nominato e il medico curante possono accedere ai servizi di consultazione delle D.A.T. attraverso autenticazione SPID o CNS.

Maggiori informazioni, scarica l’opuscolo della Regione Toscana “LEGGOFACILE: Scelgo oggi le mie cure per quando non potrò più farlo“.

 

Prenota la tua consulenza

Per prendere un appuntamento per l’Open Day di venerdì 24 Settembre, chiamaci allo 055 200 1212 (numero attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.30) oppure scrivici attraverso il modulo contatti sottostante: un membro del nostro staff ti risponderà indicandoti l’orario del tuo appuntamento.


Guarda il video!

Newsletter

 

Vuoi essere aggiornato su cosa facciamo?
Iscriviti al nostro servizio di newsletter!
Inserisci il tuo indirizzo email:

Sharing: