I Colori della Vita, il maxi Mantello del Sollievo

Oltre 100 tra volontari e sostenitori di FILE hanno scelto di trasformare il loro desiderio di aiutare gli altri realizzando un enorme e colorato Mantello, simbolo di cura, protezione, dignità. Così è nato il progetto “I Colori della Vita”, una maxi opera di 260 metri quadrati, composta da circa 3.000 pezzi di stoffa e lana cuciti a mano.

Esposto per la prima volta nel Maggio 2021 a Prato, in Piazza delle Carceri, il Mantello “I Colori della Vita” è tornato nuovamente sulla scena lo scorso 29 Maggio 2022 (Giornata Nazionale del Sollievo), ospitato dalla Città di Firenze per “abbracciare” una delle sue piazze più belle, Piazza Ognissanti, con il duplice obiettivo di celebrare i 20 anni di FILE e sensibilizzare la comunità fiorentina sul delicato tema delle Cure Palliative.

 

Come nasce “I Colori della Vita”

“I Colori della Vita” nasce nella primavera 2020, durante il lock-down, dall’idea dei volontari pratesi di FILE di creare un’opera maestosa, coinvolgendo moltissimi supporter in questa grande impresa di cucito.
Il Mantello racconta una storia di resistenza, di tante persone che si sono unite intorno a questo progetto di solidarietà per aiutarci ad affermare e a testimoniare il valore della vita sempre, anche nelle sue fasi più difficili e delicate, come il fine vita.

 

«Il progetto ha preso vita in un periodo in cui tutti eravamo chiusi in casa, non ci si poteva incontrare, non si poteva andare a comprare la lana, ogni persona che ci ha aiutato ha usato i rimasugli di lana che aveva in casa. Attraverso “I Colori della Vita”, ogni punto a maglia, cucito o ricamato, si è intrecciato all’altro, così come ogni vita si intreccia all’altra. Con questo principio ispiratore, abbiamo realizzato un grande e colorato Mantello, cucito a mano, per esporlo nelle piazze più belle delle nostre Città, affinché la cultura delle Cure Palliative, del Mantello che accoglie e conforta, possa diventare parte del sentimento delle persone».

Elena, volontaria FILE

 

Il Mantello è un progetto “vivo”, in divenire, pensato per essere esposto in molte altre piazze e Città, pronto ad ingrandirsi, per accogliere altri quadrati di lana.

 

Perché proprio un Mantello?

Il Mantello è simbolo del prendersi cura, dell’accogliere e del proteggere… Così come le Cure Palliative si prendono cura delle persone nella malattia grave, a casa, in Hospice, negli ospedali.

Un errore comune è associare il termine “palliativo” al concetto di “inutile”. È l’etimologia stessa del termine, però, a smascherare lo sbaglio: la parola deriva dal latino pallium, Mantello appunto, ed evoca l’idea di protezione. Un modo di agire che affonda le sue radici nel culto di San Martino e in un episodio particolare della sua vita: Martino di Tours, ancora soldato dell’Impero Romano, durante una ronda notturna divise il suo “pallio”, il suo mantello, tagliandolo a metà con la propria spada, con un mendicante sofferente per il freddo.

Più di 1600 anni dopo, i nostri volontari hanno voluto idealmente riprodurre questo gesto di protezione attraverso il Mantello “I Colori della Vita”, cucito unendo tasselli diversi, realizzati da tutti coloro che hanno scelto di sposare questa iniziativa di solidarietà e testimoniare il sostegno alla causa di FILE.

 

Scarica la Rassegna stampa sulla realizzazione e sull’esposizione pratese 2021

Scarica la Rassegna stampa sul progetto “INTRECCI-AMO: il Mantello alla Finestra”

Scarica la Rassegna stampa sull’esposizione fiorentina 2022

 

Maggiori informazioni:  055 200 1212f.buzzonetti@leniterapia.iti_coloridellavita (Flavia Buzzonetti)

 

Guarda i video!