Sempre più frequentemente è il web il primo spazio nel quale bambini, ragazzi e adulti cercano informazioni, relazioni e sostegno, anche a seguito di una perdita importante.
www.solimainsieme.it è il sito interattivo che si rivolge prevalentemente ai giovani che hanno vissuto l’esperienza del lutto, uno strumento di supporto pensato per accogliere quattro diversi destinatari, ad ognuno dei quali è dedicata un’area specifica: bambini (6 -12 anni), ragazzi (13 -16 anni), adulti (familiari e persone amiche) e insegnanti, con contenuti, linguaggi e proposte di attività diversificate a seconda delle varie esigenze.

Il sito è stato creato da FILE in collaborazione con un’altra associazione, Gruppo Eventi – Sostegno e Formazione di Roma, impegnata in attività di supporto alle famiglie nell’elaborazione delle perdite. Il lavoro di progettazione e realizzazione è stato affiancato e sostenuto da un comitato scientifico formato da insegnanti, pedagogisti, psicologi e psicoterapeuti.

I giovani, nel confrontarsi con il dolore proprio e quello dei familiari e nell’affrontare il vuoto dopo la perdita, devono essere accompagnati e sostenuti, aiutati a esprimere emozioni e difficoltà, così da poter riprendere con fiducia e speranza il loro cammino di crescita.
Ed è proprio questo lo scopo di www.solimainsieme.it: attraverso questo spazio protetto, moderato da una pedagogista e da una psicologa, i ragazzi possono esprimere pensieri, emozioni, dubbi ed, eventualmente, condividere la loro esperienza di perdita con coetanei.

L’altro obiettivo del sito è sostenere gli adulti (familiari, amici, insegnanti) nel loro compito educativo per aiutarli a comprendere le reazioni dei più giovani di fronte a queste situazioni difficili.
Generalmente nel contesto culturale italiano, sia in famiglia che a scuola, gli adulti si sentono a disagio ad affrontare con i bambini e i ragazzi temi dolorosi quali la morte e il lutto. Hanno paura di spaventarli oppure temono di sbagliare, di farli soffrire ancora di più, di non saper dare risposta alle loro domande o di non  saper gestire le loro reazioni. Ma il silenzio non protegge dalla sofferenza, non preserva dallo smarrimento e dalla paura, né aiuta il loro percorso di crescita.

Per informazioni: 055.2001212 – info@solimainsieme.it (Flavia Buzzonetti, referente del progetto)